Logo Collezione

Corale Schola Cantorum: sempre sull'onda

foto della corale dopo concerto gaslini nel 2010

Guardate attentamente questa bellissima foto:

Li ricordate?
Nooooooo, ooooo?!?
Allora dobbiamo (sí! Io assieme a tutti voi) tornare alla loro presentazione; vai alla Pagina S. Cantorum

 

Sí, sono sempre loro, gli impavidi e mai domi cantori della Schola Cantorum di San Prospero e Camogli, capitanati dall'impareggiabile ed insostituibile (è davvero il caso di scriverlo) Don Marco Pucci che, come giá detto, tutti amano e rispettano quale Don Beda.

immagini del gaslini

Bene! Ora che ci siamo rinfrescati la memoria e con la solennitá ed importanza della Festa Cristiana alle porte, ritengo doveroso riproporre il gruppo che caparbiamente continua il suo serio lavoro, portando Don Beda & C., (grazie alle singole voci di ciascun elemento incessantemente portate alla perfezione acustica dalla passione musicale del Maestro/Frate) a corollare innumerevoli professioni di fede ma (e), soprattutto, verso coloro che versano in condizioni precarie, vuoi per salute cagionevole (e, purtroppo i bambini ricoverati all'ospedale Gaslini di Genova, che vediamo raffigurato qui a destra, ne sanno qualcosa), vuoi per l'ormai cronica incuranza dei propi cari e, perchè no, per scelte interne.

La foto della Corale in alto, dove Don Beda spicca al centro nientemeno a fianco di Sua Eminenza, Cardinal Angelo Bagnasco e Don Franco, il frate cappellano della chiesa dell'Ospedale Gaslini, è infatti scattata dopo un concerto tenutosi nel 2010 in loco.

Per tutti, ma per gli stessi bambini rattristati da quelle bruttissime vicissitudini a cui sono mestamente sottoposti, una piccola (ma, Grande, nel suo essere) ventata di serenitá che i nostri eroi cantori regalano col grande cuore che (ribadisco, soprattutto in quel frangente), ognuno, unisce a quello del compagno canterino per formare un immenso augurio (e preghiera) ad ogni degente che, perfino, i quartieri alti della Curia Ligure non disdegnano, grazie alla presenza di detti alti prelati in queste occasioni.

Una profonda tristezza invade la bonaria serenitá della Schola Cantorum quando, immancabilmente, un componente del gruppo viene (purtroppo) a mancare; la loro vera unione li solca al punto di non riuscire quasi ad emettere una sola nota musicale durante le consuete prove serali.

Talvolta, io stesso, sono rimasto senza parole quando (non me ne vogliano gli altri) l'incomparabile Tino (nella foto, tra il cardinale ed il maestro), dopo una brutta malattia ci ha lasciato, in un vuoto incolmabile (quanto il mai dimenticato Dino). La sua naturale allegria, con battuta sempre pronta, lo ha accompagnato fino all'ultimo ma a me resta il grosso rammarico (essendo lui tifoso a striscie non colorate) di non aver potuto vivere un Derby, di quelli veri, con lui, davanti a due fette di salame e ad una buona bottiglia di vino.

Ciao Tino; sarai sempre nel mio cuore e in quello di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerti. Buona Pasqua a tutti!

© Paolo, 4/IV/MMXIII

Pagine

4 Domande…
A passeggio con Luca
Amici ESCC/79
Archivio
Collane '70
Dedica dal Cuore
Essere o Non Essere?
Canzoni al G. Canyon
Il CICoM
Il Disco ESCC/79
Indice Brani
Enciclopedia Marchi
La Mia Storia
Le mie Ricerche
Oggetti Dimenticati
Aggiornamenti in Sequela.
Tram e Canzoni
Un Libro, Un Book
Un Tocco di Jazz
Una nota qui, una lá

Vai alla Home Page di ESCC/79.

Vai alla Pagina Essere o Non Essere.

Vai alla Pagina le Nostre Recensioni.