Logo Collezione

RCA, ovvero, Soul Explosion, un'esplosione di musica "soul"

Perchè iniziare con questa collana discografica? Mah…! Forse, i motivi, sono tanti e/o forse nessuno.

Un ricordo è, senza dubbio, la molla primaria; riallacciandomi a "la mia storia" (quando sará conclusa), ricorderete sicuro un ben preciso negozio di dischi casalese: i primi acquisti fatti da me, l'amicizia con la signora-commessa de Il Disco e i suoi suggerimenti.

Ora: dovete sapere che negozi VERI, di Casale Monferrato, tra quegli anni "psichedelici" erano due:

  1. Il Disco, negozio del quale ho giá scritto (scriveró), in via Sangiorgio, nelle vicinanze del Duomo cittadino e diocesano.
  2. Dischiland, altro vero cult (come si usa dire adesso), nella centralissima via Roma, rivenditore sempre all'avanguardia ma meno specifico; ad ogni modo, piú attento alle nuove correnti musicali.

Casale Monferrato, una cittadina ricca di storia e con un'ottima indistrializzazione (purtroppo con risvolti anche drammatici, vedi "Eternit™"), è sempre stata meta ambita e fonte di commercio non indifferente.

Per quei pochi che non conoscessero o, meglio, non ricordassero la storia calcistica del Quadrilatero Piemontese (oggi rinverdito dalla promozione in Serie A, degli azzurri novaresi), i nerostellati nel 1914, battendo squadre di rango ancor oggi, furono Campioni d'Italia.

(Per una completa disanima, Wikipedia, vai alla Pagina Scudetto Casale).

foto squadra calcio casale 1914

(sopra, la squadra "di provincia" che vinse il campionato 1914).

(foto dal sito Storie di Calcio/Altavista, vai alla Home Page Altavista).

una bella vista notturna su via Mazzini

L'importanza della cittadina piemontese puó anche essere ricordata quando, verso la metá, degli anni '70 fu davvero al centro delle cronache politiche: ad un passo nell'essere dichiarata nuova provincia, ricordo il fermento che animava i casalesi di quel periodo. Addirittura, l'allora sindaco, mise la neonata targa automobilistica nella sua vettura! (non vorrei proferire "fesserie", ma ho un flash su una sigla, CM 0001). Al contrario, non ricordo quale cavillo (perchè proprio una bazzeccola fece sfumare il sogno cittadino), mise il bastone tra le ruote: fatto stá che, suo rammarico, Casale rimase in provincia di Alessandria.

(via Mazzini, Casale. Foto tratta dalla storia della cittá di Wikipedia).

Questa brevissima storia vorrebbe soltanto far capire che Casale fu ed è, tutt'oggi, un ottimo bacino di utenza e commercio tanto che gli stessi negozi musicali, giá da allora, furono competitivi a quelli situati in luoghi di maggior affluenza.

Io, ormai, non calco quelle vie da troppo tempo per cui, adesso, posso soltanto descrivere la situazione di allora: Dischiland, era il classico negozio di dischi. Alla moda, il proprietario sempre vispo e prestante, insomma, un esercizio giovanile. Entrando, l'acquirente, vi trovava un'ottima esposizione di 45 giri e, soprattutto, di successi del momento; infatti, quei rarissimi acquisti dei miei genitori, avvennero qui, in queste mura. Lo stesso titolare adottava una tecnica di richiamo particolare: conió alcuni gettoni di plastica in due colori diversi con tanto di marchio commerciale; se un cliente acquistava un singolo, egli "regalava" un gettone verde, all'acquirente. Nel caso di 33 giri, il gettone era rosso. Riuscendo a collezionare dieci gettoni dello stesso colore, il fortunato, aveva diritto ad un disco omaggio (a propria scelta), in base all'insieme di gettoni raccolti.

Pensate che, se l'ultima esondazione del Po, non avesse portato via gran parte del mobilio a casa dei miei avrei ancora 3 gettoni verdi ed 1 rosso…! Avrei potuto ridare lustro a oggetti, ormai, stra-dimenticati (come le roselline - o ragni - che dir si voglia) …: Peccato!

Il Disco era, al contrario piú spartano ma con tecnica e archivio maggiore (naturalmente, senza nulla togliere, al bravissimo e simpaticissimo concorrente). Il titolare, il signor Brambilla, era un alto, serio, retto conoscitore di note musicali e, se la memoria non mi tradisce, un maestro di musica di un certo calibro; la sua politica non «regalava» dischi, ma monili.

Roselline, panni di pulitura, ecc.: difatti, un oggetto rubato all'alluvione detta sopra, è raffigurato nella prossima foto. Si tratta di una spazzola per pulire i solchi dei dischi, non professionale, ma di indubbio uso allora e che fu regalatami dopo un acquisto: la vecchiaia, purtroppo, ne riduce la "figura" ma il marchio del negozio è ancora distinto.

la classica spazzola pulisci dischi con marchio del negozio

(sopra, la spazzola per pulire i dischi col marchio del negozio).

Furono, forse, tecnica e tenacia nel ricercare dischi del personale addetto (in pratica la signora, commessa, al contrario del suo principale, gentilissima e minuta), unita ad una, in me, giá presente (ma non ancora sbocciata), cultura collezionistica, gli eventi che mi indirizzarono piú verso il negozio alle spalle del Duomo piuttosto che in quello della centralissima via Roma. Col tempo divenni davvero buon amico della dipendente che ricordo, ancor oggi, con vero piacere; difatti, non mancava di mostrarmi novitá o altri dischi che, lei stessa, riteneva interessanti. Le ore, al Disco, volavano (anche se, il buon signor Brambilla, si spazientiva se un cliente non della sua ristretta cerchia, prolungava il tempo in negozio) ed io raffinavo sempre piú le mie richieste, purtroppo penalizzate da una costante carenza pecunaria, fatto classico (ero studente) per la maggioranza di noi ragazzi di allora.

Un giorno d'estate, come altri, andai a fare una "classica" puntata a Casale (era un normale passatempo "prendere il pulman" e dirigersi alla cittadina distante poco piú di venti chilometri da Gaminella). Come tante altre volte, entrai in negozio dall'amica commessa; immediatamente la signora mi riconobbe e mi chiamó a sè in disparte, facendomi notare un 45 giri del gruppo The Hues Corporation, dove faceva spicco, intanto, il logo SOUL EXPLOSION dell'omonima serie RCA. Il titolo LOVE CORPORATION su cover nera catturava, quindi, immediatamente la vista: mise sul giradischi (eh sí! Avevano un normale giradischi…) il 45 che inizió con le prime note. FANTASTICO! Mi innamorai di quel disco che, rinunciando alla classica merenda di metá mattina e frugando tra tutte le tasche immaginabili dei pantaloni, comprai riuscendo con rovistamenti vari a raggiungere la fatidica somma: …500 Lire…!

Pensate: quel disco è lí, in collezione, nonostante gli anni tracorsi da quella affascinante mattina.

Ho giá scritto che Casale Monferrato è, purtroppo, un ricordo; chissá se, ritornando tra quelle mura, riconoscerei ancora strade e vie di un tempo: ad ogni modo il titolare de Il Disco è mancato parecchi anni fa e, da quel giorno, l'esercizio ha cessato l'attivitá e tutto il fantastico archivio fu smantellato da aste pubbliche. Ho, invece, scoperto con piacere che Dischiland, continua il suo "storico" cammino anche se (sicuramente) con altro incaricato: ho trovato anche il suo sito a cui vi rimando, rubandogli solo una foto per completezza d'articolo e mio personale piacere (ricordi…! Giá! Ricordi…).

dischiland oggi

(a sinistra, Dischiland, oggi).

(Approfondimenti, ricerche e cultura generale del negozio Dischiland, Home Page DL).

Potrei continuare per ore nel raccontare aneddoti simili ma annoierei i miei lettori che, magari, si sono giá sorbiti la mia storia. Preciso soltanto che per molto tempo andai alla ricerca dei Soul Explosion e la commessa de Il Disco lo sapeva benissimo (peccato che non ricordo il suo nome…! Vorrei dire Emma, peró…!): naturalmente non li ho tutti (mi piacerebbe)! Posso comunque dire la mia…!

Ad ogni modo tutte queste "avventure" mi hanno fatto conoscere prima il singolo e, quindi, la collana, stampata dalla RCA; nei suoi dischi sono incisi brani davvero belli e, probabilmente, ancora attuali (in certi casi) sebbene "esplosi" con la stra-abusata Disco Dance.

La numerazione della serie non è unica, nel senso che non ha una sola codificazione: il primo ad essere presentato (ovviamente il 45 Love Corporation) è inserito alla serie PB 10000. Seguiranno tutti gli altri (ovviamente partendo da quelli che ho, per descrivere, infine, gli altri che conosco) a completare la tabella.

Tabella Soul Explosion

Serie Numerica Numero Catalogo Interprete Titolo Ultima Modifica Tipologia Icona Cover Vai al Disco Link
PB 10000 PB 10024 Rockin' Horse DANCIN' TO THE MUSIC soul/disco dance icona 45 10024 clicca Pagina Singolo PB 10024.
PB 10000 PB 10200 The Hues Corporation LOVE CORPORATION soul/disco dance icona 45 10200 clicca Pagina Singolo PB 10200. thehuescorporation.
XB 00000 XB 02002 K.C. and the Sunshine Band QUEEN OF CLUB soul/disco dance icona 45 02002 clicca Pagina Singolo XB 02002. wkpedia\kcandthesunshineband.

Pagine

4 Domande…
A passeggio con Luca
Amici ESCC/79
Archivio
Collane '70
Dedica dal Cuore
Essere o Non Essere?
Canzoni al G. Canyon
Il CICoM
Il Disco ESCC/79
Indice Brani
Enciclopedia Marchi
La Mia Storia
Le mie Ricerche
Oggetti Dimenticati
Aggiornamenti in Sequela.
Tram e Canzoni
Un Libro, Un Book
Un Tocco di Jazz
Una nota qui, una lá

Articoli

 

Vai alla Home Page ESCC/79.

Vai alla Pagina le Nostre Recensioni.

Vai alla Pagina Le Grandi Collane 70.