Logo Collezione vista su ESCC/79, sez 45 giri vista su ESCC/79, sez 33 giri vista su ESCC/79, sez 33 giri, altra angolazione vista su ESCC/79, sez 33 giri, tra legno e ferro vista su ESCC/79, sez 33 giri, cofanetti raccolte vista su ESCC/79, sez scatole cd

ARCHIVIO ESCC/79, l'editoriale di dicembre 2011
Eddem Semper Cantiléna Collâtum / 79

search engine by freefind advanced

ovvero
«Mettere Insieme la Solita Musica»

ovvero
"Collezionare Dischi dal 79"

Ultimo aggiornamento: 28/12/2011, ore 10:26;
Manlio, Brenda Lee e, qui in Editoriale, la trasmissione Avventura.

Mi volete scrivere?
paolo@collezionaredischidal79.com

Editoriale Dicembre 2011

Amici miei carissimi: siete un po' arrabbiati con me?
No?
Spero davvero che sia cosí!

il mio logo

Credetemi: non ho abbandonato il sito nè tantomeno voi; al contrario! Sto cercando le forze perse (e sono davvero tante) a causa di eventi molto pesanti. Ri-organizzarmi, ri-trovare la verve e la voglia di mettermi in discussione allietandovi (spero) con le mie parole! Gli ultimi venti/trenta giorni sono stati terribili per vicissitudini, anche, impreviste, culminati con la (quasi) improvvisa morte di mio padre che mi ha portato a riflettere sulla vera fisionomia della vita.

disegno di crocerossina

(Il disegno qui a destra/alto, premette il mio pensiero).

(Disegno dal sito, il punto di vista on line, vai alla Home Page IlPdVOL).

A causa di questo grandissimo lutto, ho conosciuto atteggiamenti, fino a quel momento, lontani dai miei pensieri; persone alle quali avrei dato tutta la disponibilitá e che, da sempre, ritenevo sincere d'animo e d'intenti, mi hanno buttato addosso una croce infamante che mi ha neutralizzato (o meglio, se vogliamo, ridicolizzato). Non posso (per ovvi motivi e, soprattutto, per non annoiarvi) spiegarvi ció che mi è stato mosso contro ma immaginate lo stra-abusato “…sparare sulla Croce Rossa…”! Qualcuno farebbe del male a questa stupenda creatura raffigurata? Mah!

So, per contro, che i periodi brutti vanno e vengono: a casa mia, invece, sono arrivati molto tempo fa e, ad oggi, continuano quotidianamente nel loro bieco tartassamento. Per questo vi chiedo di perdonare il mio ultimo calo di concentrazione protrattosi giá da molti giorni: spero che, stringendo i denti, riusciró a tornare colui che avete sempre conosciuto da quando ho iniziato quest'avventura, rinfrancato grazie ad una telefonata di stamane, dalle bellissime parole del mio amico torinese, Gió che mi ha invitato a “sorridere” ai colori della vita.

Non voglio, peró, dimenticare il grande aiuto della mia bella e simpatica famiglia: Anna e Valentina continuano, loro malgrado sebbene anch'esse avvilite dagli ultimi eventi, a sorreggermi e confortarmi in questo santo peregrinare terreno.

nubi e nebbia in dissolvimento al crepuscolo

Eccoli! I colori della vita: ho rubato questa foto fantastica al sito www.fotocommunity.it, indirizzo, www.fotocommunity.it (avrei voluto indirizzarvi alla Home Page del sito ma, stranamente, non accetta il comando), per sperare in un prossimo dissolvimento delle nebbie e nubi dal mio orizzonte e, a proposito di avventure, perchè non ricordare il grande, immenso, Lucio?

Il bello dei vinili: il loro calore e i tic, tac, truck, classici ma, in ogni caso, il magnifico Lucio Battisti non ha (a mio parere) bisogno di presentazioni tanto è amato e conosciuto da tutti noi. Il suo ricordo mi impone di reagire a tutte le disavventure ed alla malasorte: piano piano…, …!
Piano piano? …, …: fermi tutti! Come il mese scorso, qui vi voglio! Anzi; vi ri-voglio!

cover piano piano, genova e steffan

Alzi la mano chi (veramente) ricorda questa bellissima canzone:
sú! Via! Siate sinceri!

 

Lei lo sa, cos'è che avevo in mente
e dice no! Cosí non mi si prende,
torna a dormire di lá, dirá!

Ma perchè? È subito salita,
sú, in casa mia, questa no! Non l'ho capita:
è chiaro che lancio l'idea, “rimani”,
nessuno ti aspetta! Vai via: domani!

Piano Piano, sono entrato nella stanza,
molto piú di una speranza,
lei mi ha dato stando qui!

Piano Piano, poi nell'attimo perfetto,
lei, mi tratta con dispetto,
…quasi fosse colpa mia…!

…Meglio se era andata via!

E cosí, ritorno sul divano, certo che no! Questa non la raccontiamo!
Stasera era bella; da far morire!
Che male, che triste! Vorrei sparire…!

Piano piano, sento un suono lieve, lieve;
faccio finta di dormire: non puó essere che lei.

Piano piano, è arrivata lí vicino,
siede a terra sul cuscino, con il viso accanto al mio!

Piano piano, nella pelle, nel pensiero,
ció che non sembrava vero sta scoppiando dentro noi.

Piano piano: e non voglio piú sapere
se per gioco o per amore!
Vá benissimo cosí…!

(sopra, da sinistra/alto, fronte-cover del 45 giri Piano piano [il retro-cover è identico]).

Passaggi tratti dal brano PIANO… PIANO…, Genova & Steffan, (V. Negrini - S. Poggi),
1975, su disco, RICORDI, dischi Ricordi, Nr. Catalogo, SRL 10758 (45 giri).

…, dicevo (al secondo mese consecutivo con piano piano): quanto prima, riprenderó a pubblicare le mie “ricette” e quelle dei miei amiconi di penna, ricercando quella sbarazzina serenitá con la quale ho cominciato! Vi prego! Perdonatemi ed accettate, come avete fatto finora, i miei poveri racconti: anche a rate! Statemi vicino come avete fatto finora!

Mmmmhhh, …! Giá, …! Appp…roposito di “avventura”: sono relativamente sicuro che, i miei coetanei, ricordano ancor oggi un programma televisivo pomeridiano che, a cavallo tra gli anni '60 e '70, Mamma Rai trasmise (mi pare, se la memoria non tradisce, sul Secondo Canale), intitolato, …, …, indovinate un po':
Avventura.

Quanto per il canale, non ricordo l'effettiva messa in onda ma, calcolando le programmazioni dell'epoca, sono propenso nel ritenerlo a cadenza settimanale. Era un favoloso viaggio-documentario tra paesi, nazioni e mondi ancora da scoprire per la maggioranza dei telespettatori. Non mancavano riferimenti anche al mondo animale: insomma, un moderno programma dedicato, soprattutto, ai giovani.

Il carissimo amico Manlio (di 45Mania), qualche giorno fa (il 17/12, per la precisione) mi puntualizzó quanto sotto a riguardo dell seguitissima trasmissione: avrete certamente notato, tra il menú delle novitá, il suo articolo. Questa nota conferma la sua altissima competenza in materia! Grazie Manlio; pubblico orgogliosamente per esteso le tue parole.

A proposito: la trasmissione “Avventura” della quale tratti nel tuo editoriale andava in onda non sul secondo, ma sul primo canale Rai all'interno della mitica “TV dei Ragazzi”, a cadenza settimanale (mi sembra il venerdí).

Manlio

Vi chiederete, ora, quale aggancio possa avere questa trasmissione con la musica, …, …!
…, Capito? No-oo?
Vá bene! Le sigle di apertura e chiusura: BELLISSIME.

Da par mio, seguivo il programma soprattutto per assaporare le note di:

Ve lo confesso: nonostante la mia consolidata amicizia con la signora Emma, commessa casalese del negozio Il Disco, faticai parecchio nel recupero dei titoli!
Non fate quelle facce! Allora non era come oggi che, soprattutto grazie ai tanti circuiti radio-televisivi, al WEB, le informazioni spuntano come funghi, molte volte, nel giro di pochi minuti.

Gli stessi addetti ai lavori (se non inseriti in cittá ad alto sviluppo economico) faticavano parecchio nel far corrispondere le tante canzoni delle varie sigle televisive che, la Rai, RadioTelevisione Italiana, spesso, collegava ai suoi progetti e che, quasi sempre, non documentava a dovere.

Caparbiamente, comunque, dopo innumerevoli richieste mi fu svelato quel mistero incredibile.

Rispettando i diritti d'Autore posso regalarvi solo poche note dei due brani, dove sono stato indeciso parecchio sul punto di taglio; ma le poche note (sono certo) vi faranno capire la loro “potenza”, …

Joe Cocker

Procol Harum

Belle, vero?

 

Torniamo a noi; sono arrabbiato! Arrabbiatissimo!

Come? Cosa?

Per la situazione economico/politica del Paese?

Bah! No!

Questa è un'altra collera, che meriterebbe un intero sito a se stante, …, …!

Sono infuriato perchè sto ancora ultimando lo studio completo delle regole sulla programmazione del linguaggio HTML, esteso al fratello piú serio XHTML quando, qualche giorno fa, ho addocchiato e (di conseguenza) sfogliato un libro (praticamente, la nuova edizione del volume che mi ha introdotto in questo nuovo, per me, universo) che accompagna il neofita di questo mondo virtuale nel riuscire a creare il proprio ritaglio di rete.

Direte voi:
«…, se lo hai giá comprato, perchè perder tempo a sfogliarlo?».

Il motivo principale, che mi ha immediatamente colpito, è stato il cambio di colore della copertina, passata dal bi-colore grigio/verde iniziale al grigio/rosso della nuova stampa. Mi sono chiesto:
«Quale causa ha invitato l'editore verso tale cambiamento? Qui, gatta ci cova!».

Il volume, da me comprato non piú tardi di sei, sette mesi or sono, riportava il pensiero dell'autore, narrando e convincendo un povero lettore, quale sono io, nell'impegnarsi a capire il burbero ed irreprensibile XHTML, in quanto linguaggio di rete futuristico ed al quale, tra poco tempo, tutti avrebbero dovuto adeguarsi.

Leggendo le note principali della nuova edizione, ho capito che l'autore ritratta il suo nativo pensiero: il consorzio W3C (praticamente l'insieme dei vate della programmazione in rete) ha abbandonato l'XHTML a favore del nuovo e piú tranquillo HTML5! GRRRRR!

Nuove regole ed altri comandi: ma accipicchia! Decantato l'XHTML, bastano pochi momenti per abbandonare tutto e voltare pagina?

Qualcuno, senz'altro, mi obietterá:
«…, magia dei computer e dell'informatica!».

Mah! Puó essere! Peccato che impegni quotidiani e cervello ultra-cinquantenne creino problemi non indifferenti a chi, come me, è solo appassionato di programmazione.

bell'immagine natalizia

Dicembre: ancora un altro mese assieme! Trenta (anzi, trentuno) giorni piú gioiosi del solito; le luci colorate fioccano (forse, fin troppo) da ogni angolo e via, si addobbano gli alberi di lustri e lustrini, stelle e stelline, fili argentati di ogni tipo. Ci prepariamo a vivere, con la giusta allegria, le consuete feste natalizie in famiglia.

La bellissima immagine qui a sinistra/sopra, riassume molto bene le mie parole; dal sito umbria verde (Home Page UV), ho ricavato lo stupendo disegno (al suo interno ce ne sono altri bellissimi) che dovrebbe presentare il vero spirito festoso. Notate la piccola capanna? Non dimentichiamo, infatti, il Presepe, anch'esso presente in ogni famiglia e comunitá cristiana.

Addobbato a proprio piacimento, crea un piccolo mondo nel quale, il Bambin Gesú è al centro del quadretto. Molti appassionati dedicano la loro totale dedizione a questa vera e pura arte; non solo! Il DEM del mese (appena riusciró a prepararlo), vuole sottolineare la particolare creativitá che il Natale regala anche agli artisti (in questo caso, tanto per gradire, Celentano), lasciando a noi collezionisti vere e proprie icone da collezione.

una bella creazione dell'amico carlo

Dal punto di vista strettamente paesaggistico, invece, il mio grande amico e collega Carlo ha davvero mani, occhi e caparbietá invidiabili. Carlo, ligure di Pontedecimo, pluri-premiato a vari concorsi regionali per la sua passione e bravura, ogni anno (anche quando cocenti delusioni lo avviliscono), partecipa da vero campione alle mostre spesso rionali, migliorando ad ogni sua nuova creazione.

Anch'egli, come me, ha voluto far conoscere la propria arte (qui a destra in piccolissima parte rappresentata) al mondo intero tanto che, coadiuvato dai preparatissimi figli, ha creato a sua volta un sito il quale sfoggia, in tutta la sua vera magnificenza foto di alcuni lavori che, il buon Carlo, ha creato nel tempo: ad occhio attento possono davvero entusiasmare.

Credetemi: visitate il sito Presepi PonteX; vai alla Home Page PPX.

Ricordate le parole del compianto e simpatico Guido Angeli?
guido angeli
«…Provare per Credere…»!

cover del cd presentato

(A destra/sopra, la cover del cd, presentato qui sotto).

Tornando alle Feste Natalizie; molti di noi, da anni, apprezzano la serie di cd intitolata “One Shot”. Bene: quest'anno la Universal Music ci ha regalato la nuova creazione:
one shot CHRISTMAS”.

Un'altra vera e propria perla, in questo caso dedicata al Natale, da aggiungere all'incredibile serie OS: dai Queen agli Abba, per passare agli Slade, dopo Brian Adams, Paul McCartney (Paolo Macca, per l'amico Renzo) e moltissimi altri che partecipano nel completare questa fantastica raccolta, per chiuderla con l'attuale regina del momento, Lady Gaga. Un vero e proprio tesssoro da custodire gelosamente

Sara Andreani, ormai la vera comandante della serie “One Shot”, ne cura la compilazione e produzione: un vero regalo per Natale 2011. Con questo nuovo cd non mi resta altro che, come di consueto, augurare a tutti voi:
Buon Divertimento ma, considerando il periodo,
Buon Natale e Felice 2012 (Maya a parte) a tutti voi!

© Paolo, 13/12/2011.

Il rettangolo delle prossime novitá

Vai alla Home Page ESCC/79.

Vai alla Pagina le Nostre Recensioni.