Logo Collezione vista su ESCC/79, sez 45 giri vista su ESCC/79, sez 33 giri vista su ESCC/79, sez 33 giri, altra angolazione vista su ESCC/79, sez 33 giri, tra legno e ferro vista su ESCC/79, sez 33 giri, cofanetti raccolte vista su ESCC/79, sez scatole cd

ARCHIVIO ESCC/79, l'editoriale di aprile 2012
Eddem Semper Cantiléna Collâtum / 79

search engine by freefind advanced

ovvero
«Mettere Insieme la Solita Musica»

ovvero
"Collezionare Dischi dal 79"

Ultimo aggiornamento: 01/04/2012, ore 00:00

Cronologia aggiornamenti del mese:

20/04/2012, ore 17:25

24/04/2012, ore 16:27

25/04/2012, ore 12:34

27/04/2012, ore 16:50

Mi volete scrivere?
paolo@collezionaredischidal79.com

il mio logo

Editoriale Aprile 2012

Lo ammetto: alle 0'00" del 1/4/2012 avrei voluto esordire con questa foto, …, …!

simpaticissima riproduzione di un pesce variopinto

…, …, lasciando null'altro in home page, almeno, …, almeno per l'intero giorno!

Non ci sono riuscito; o meglio: sono tornato dal lavoro (la sera del 31/3, natualmente) con la seria intenzione di farlo! Verso le 22 di quella stessa sera, peró, a causa della stanchezza sono letteralmente crollato, perció ho dovuto rinunciare alla piccola “burla da pesce d'aprile”, addirittura fino ad oggi, 4/IV/2012 quando, alzatomi dopo una notte relativamente tranquilla ho ritrovato quella piccola serenitá d'animo per scrivere qualcosa di decente.

Bello, peró, questo pesciolino, vero? Pensate: l'ho trovato (e dove altrimenti?) in rete, al sito Lottomatico (vai alla Home Page LM) e mi è talmente piaciuto che mi sono permesso di prenderlo in prestito! (spero, come sempre, mi perdonino)!

Come agganciarsi alla musica con questo preambolo?
Beh! Penso che tanti tra voi, sapranno anticiparmi!
Antonello Venditti, il grande Antonello, vi dice qualcosa?

cover del cd sotto il segno dei pesci

La foto della cd-cover qui a destra, lavoro conosciutissimo del cantautore romano, sono certo, creerá quel collegamento fatale tra la mia introduzione e la musica: Sotto il segno dei pesci, un gran disco che, nell'ormai lontano 1978 furoreggi├▓ tra classifiche dei dischi piú venduti.

Quanti ricordi nel riascoltare quelle note! Perfino la triste CHEN IL CINESE, (Antonello Venditti), od anche la piú tecnica IL TELEGIORNALE, (Antonello Venditti), brani (forse) tra i meno conosciuti, mi fanno rivivere gli anni verdi della gioventú e quell'avventura militare di quattro (allora) “lunghissimi” anni da far passare!

Come? Non le ricordate?
Ok! Eccone un piccolo assaggio:

Chen il Cinese: favolosa! Come sempre, è un delitto dover troncare i brani, ma le regole devono essere rispettate: quanto sarebbe bello se il grande Antonello mi scrivesse dandomi il nulla osta per farvela ascoltare per intero (anche se un sistema, a dire il vero, per ascoltarsela …, …! Soprattutto ancora reperibile su cd!).

Simpatica e accattivante (lo stile di Venditti è, come suo solito, marcatissimo) anche Il Telegiornale.

Ad ogni modo, con il suo attacco inconfondibile, la canzone SOTTO IL SEGNO DEI PESCI, (Antonello Venditti), è un vero capolavoro: al pari di LILLY, (A. Venditti), un altro fiore all'occhiello per lo stesso artista (annoverando, inoltre, un palmares invidiabile) che, di emozioni, ce ne ha veramente regalate un oceano.

A questo punto devo ammettere (e, senz'altro, i piú arguti se ne saranno indubbiamente accorti) che l'editoriale del mese scorso non ha avuto il suo normale corso e manca (pure) di conclusione: eh, sí! Mea culpa! Non ce l'ho fatta, a causa dei problemi citati all'inizio.

Di ció, spero non se ne abbia avuto a male il bravissimo Aldo Caponi, al secolo Don Backy, per non aver dato accenno alla sua canzone MARZO, esaminata lo scorso editoriale: francamente (…, …, me ne infischio? No! Tutt'altro), pensate che aprile ne abbia a male se la inserisco nel suo spazio?
Sospetto il contrario! E, ascoltandolo, carpite (verso la metá del refrain) una frase, a me, molto …, …, cara!

Per le note caratteristiche del brano vi rimando all'articolo di Marzo, vai all' Editoriale.

Oggi, 24/IV/2012: Amici miei! Circa venti giorni or sono, pubblicavo le righe di cui sopra non riuscendo poi (da quel momento) a trovare un tantino di forza, spiritosaggine (della quale si basa tutto il mio lavoro) e creativitá per scrivere e raccontare altre cose su questo meraviglioso mondo musicale (se escludo una timidissima apparizione per aggiornare la Tabella International Hi-Fi).

Mi sono perfino preoccupato: avevo nausea di tutto e credevo di essermi spento (ehm..!, ehm..!: non in eterno!), spiritualmente! Ero soltanto, fortunatamente (certo, secondo quale angolazione si considera il fatto) schiacciato da una grandissima porzione di stress ferroviario (e qualcuno vuole farci tirare fino a …, … 67 anni! Mah!) Da qualche giorno, infatti, mi sono rifugiato in casa e grazie alla saggia diagnosi del mio dottore, l'immenso cardiologo, dottor Testa Ermanno, mi godo qualche giorno di “sana mutua” che mi giova davvero: anche nella voglia di fare e disfare!

Ho, da poco, effettuato una prova inserendo il mio personale database (mi raccomando: anche questa volta si tratta di una mia creazione, con tutti i soliti limiti del caso da autodidatta) raggiungibile dal link, nel classico quadro novitá, “MioArchivio”.

Vi rammento: è solo un tentativo per un futuro database in rete nel quale poter vedere i dati della mia collezione. Ho, peró, notato che riesce ad essere alquanto pesante da scaricare e (purtroppo) è consultabile solo da chi ha istallato il programma Access 2007®, o superiore; da chi, inoltre, ha tanta pazienza (appunto nell'attendere il caricamento dell'intero programma) avendo, forse, una linea ancora lentuccia: anche se, l'immenso maestro Bruno Lauzi ci insegnó da par suo che la fretta è sempre cattiva consigliera! Non ricordate? (Vai all'Editoriale Agosto 2011).

front-cover 45 la tartaruga, Bruno Lauzi

Il database in questione è aggiornato al 22/IV/2011 e ben lontano dall'essere completo; non vi sto neanche a tediare nella spiegazione di tutte le presenze che lo compongono, anche perchè ci vorrebbe un sito intero. Se volete, peró, curiosare tra i suoi meandri tendando di capire qualcosa (carpendo bene le intestazioni lo ritengo relativamente intuitivo), vi consiglio di entrare nel reparto Tabelle e scorrere fino a quella denominata 121-TITOLOARTISTA: da qui si dipana tutto il mio lavoro. I vari nomi da me adottati (in linea di massima) dovrebbero guidarvi alla comprensione dei dati, ricavandone alla fine le informazioni di base: purtroppo il tutto è ancora lontano dall'essere completato ma come ben vedete…. …!

 

(continua…)

© Paolo, 01/04/2012.

Il rettangolo delle prossime novitá

Vai alla Home Page ESCC/79.

Vai alla Pagina le Nostre Recensioni.